Un sottile selvaggio suono mercuriale. Bob Dylan, Nashville e Blonde on blonde.pdf

Un sottile selvaggio suono mercuriale. Bob Dylan, Nashville e Blonde on blonde PDF

Daryl Sanders

Un sottile selvaggio suono mercuriale è l’analisi definitiva dell’opera magna di Bob Dy-lan, blonde on blonde. Non solo offre un resoconto esteso e dettagliato delle session che produssero quell’album pionieristico, ma sgombra il campo dalla cattiva informazione che è stata fatta negli anni sui tempi e le modalità di realizzazione di quell’eterno capolavoro. Servendosi di testimonianze di prima mano, finora inedite, e dei ricordi dei musicisti che aiutarono Dylan a raggiungere la sua più alta vetta artistica, il libro sonda anche il duraturo impatto che il disco ha avuto nel rock delle generazioni successive. Basandosi sul racconto del produttore, dei musicisti, del personale dello studio, dello staff del management e di altre figure decisive, Daryl Sanders ricostruisce il viaggio da New York a Nashville intrapreso da Dylan in cerca di “un sottile, selvaggio suono mercuriale”. Come lo stesso futuro premio Nobel disse in una celebre intervista del 1978, il momento in cui andò più vicino a catturare quel suono fu proprio durante le sedute di registrazione di blonde on blonde, che fruttarono classici senza tempo quali Visions of Johanna (il più bel testo di sempre per una canzone rock, secondo molti), I Want You e Just Like a Woman.

Un sottile selvaggio suono mercuriale è l'analisi definitiva dell'opera magna di Bob Dy-lan, blonde on blonde. Non solo offre un resoconto esteso e dettagliato delle session che produssero quell'album pionieristico, ma sgombra il campo dalla cattiva informazione che è stata fatta negli anni sui tempi e le modalità di realizzazione di quell'eterno capolavoro. Servendosi di testimonianze di

9.11 MB Taille du fichier
883203607X ISBN
Un sottile selvaggio suono mercuriale. Bob Dylan, Nashville e Blonde on blonde.pdf

Technik

PC et Mac

Lisez l'eBook immédiatement après l'avoir téléchargé via "Lire maintenant" dans votre navigateur ou avec le logiciel de lecture gratuit Adobe Digital Editions.

iOS & Android

Pour tablettes et smartphones: notre application de lecture tolino gratuite

eBook Reader

Téléchargez l'eBook directement sur le lecteur dans la boutique wwv.immediatenews.it ou transférez-le avec le logiciel gratuit Sony READER FOR PC / Mac ou Adobe Digital Editions.

Reader

Après la synchronisation automatique, ouvrez le livre électronique sur le lecteur ou transférez-le manuellement sur votre appareil tolino à l'aide du logiciel gratuit Adobe Digital Editions.

Notes actuelles

avatar
Sofya Voigtuh

Nel suo Theme Time Radio Hour, Dylan suonò la versione di Linda Ronstadt ... “ St. Matthew”, scritta da Nesmith è stata registrata a Nashville e Hollywood, ... Ma fra tutte queste cose, un potente Bob, un selvaggio Bob, con un sacco di energia. ... A BLONDE ON BLONDE incluso, in italiano o inglese, anche articoli, saggi e ...

avatar
Mattio Müllers

Daryl Sanders, Un sottile, selvaggio suono mercuriale. Bob Dylan, Nashville e Blonde on Blonde , Jimenez ed. Th.W. Adorno, che all’Università di Francoforte alternava un corso su Kant a un corso su Hegel, diceva che quando parlava di Hegel ai suoi studenti tifava per la Fenomenologia dello spirito e che era incantato dalla Critica della ragion pratica quando invece insegnava Kant.

avatar
Noels Schulzen

Daryl Sanders – Un sottile, selvaggio suono mercuriale «Intere generazioni di cantanti, musicisti, critici, storici e fan del rock saranno grate per questo libro» Dave Marsh «Sanders veste i panni del detective e interroga qualsiasi personaggio di Nashville si sia trovato nello Studio A in quei giorni del 1966, quando Dylan cambiò il rock per sempre» Clinton Heylin Anzi, parlando di rischi: Bob Dylan per quel doppio parlò di suono “selvaggio-sottile-mercuriale” – tutto giusto, e se ci possiamo permettere di aggiungere una cosa, Blonde On Blonde è anche il disco proto-glam, per la sua sfacciataggine nell’essere fragile, in bilico, abbagliante.

avatar
Jason Leghmann

Autore di Un sottile, selvaggio suono mercuriale, come lo stesso Dylan avrebbe in seguito definito il sound elettrico di Blonde on Blonde, Daryl Sanders non deve avere dubbi: il disco che Dylan registrò a Nashville nel 1966 è il numero uno.

avatar
Jessica Kolhmann

12 ago 2019 ... Un sottile, selvaggio suono mercuriale. Daryl Sanders. Jimenez Edizioni. “Bob Dylan, Nashville e Blonde On Blonde” suggerisce il sottotitolo di ...