Le idee e le cose. La teoria della percezione di Descartes.pdf

Le idee e le cose. La teoria della percezione di Descartes PDF

Elisa Angelini

A quali condizioni la percezione è una rappresentazione della realtà e non una semplice finzione della mente o un sogno? Interprete privilegiato della rottura con il paradigma della somiglianza tra idee e cose che aveva lungamente garantito al pensiero un legame rassicurante con il mondo, agli inizi delletà moderna Descartes esplora i luoghi e le metafore della dissomiglianza, dalla geometria alla grafica, dalla prospettiva al linguaggio, con un percorso che attraversa tutte le sue opere. Sarà proprio il paragone con il linguaggio a trasformare il rapporto tra idea e realtà in una relazione drammaticamente aperta alle insidie dello scetticismo e dellidealismo. Tra interessi scientifici e domande filosofiche, Descartes intreccia la teoria della percezione con tutti i grandi temi del suo pensiero, non ultimo il dualismo mente-corpo, nel tentativo faticoso, ma convinto, di coniugare dissomiglianza e realismo. Un tentativo affascinante anche agli occhi dei filosofi che, poi, lo ritennero fallito, da Foucher a Bayle, da Reid a Russell, da Ryle a Foucault.

Tuttavia Cartesio può anche permettersi di usare le idee delle cose sensibili : non sa se il mondo esista , però le idee del mondo presenti nella sua testa devono per forza esistere come contenuto del suo pensiero ; nel 1900 il filosofo Edmund Husserl userà i concetti di noesis e noema: noesis é l' azione del pensiero noema é l' oggetto del pensiero ; penso a un triangolo : l' atto di

3.46 MB Taille du fichier
8846716698 ISBN
Le idee e le cose. La teoria della percezione di Descartes.pdf

Technik

PC et Mac

Lisez l'eBook immédiatement après l'avoir téléchargé via "Lire maintenant" dans votre navigateur ou avec le logiciel de lecture gratuit Adobe Digital Editions.

iOS & Android

Pour tablettes et smartphones: notre application de lecture tolino gratuite

eBook Reader

Téléchargez l'eBook directement sur le lecteur dans la boutique wwv.immediatenews.it ou transférez-le avec le logiciel gratuit Sony READER FOR PC / Mac ou Adobe Digital Editions.

Reader

Après la synchronisation automatique, ouvrez le livre électronique sur le lecteur ou transférez-le manuellement sur votre appareil tolino à l'aide du logiciel gratuit Adobe Digital Editions.

Notes actuelles

avatar
Sofya Voigtuh

La teoria della percezione di David Hume La teoria delle idee. “Se rifletto sul fatto che come le cose sono ora nella mia esperienza è l‟esito causale di ciò che accade ora nel mio cervello, sono portato a concludere che l‟oggetto presente nella mia esperienza quando guardo il

avatar
Mattio Müllers

La fenomenologia husserliana rappresenta uno dei capisaldi della filosofia del ... paradossale; ridotta ad un insieme di relazioni fra idee, l'esperienza e la ... che si prefigga di fare luce sulla natura del mondo e delle cose a partire dall' ... La percezione esterna, in quanto operazione della coscienza, è intenzionale, ovvero. 16 giu 2018 ... Locke: il significato di idea e l'origine delle idee ... termine idea Locke è lontano dalla concezione di Descartes per il quale idea era un ... Oggi quando si parla di teoria della conoscenza si fa riferimento ... Dalla sensazione provengono le idee delle cose o dei fatti che sono esterni all'uomo, dalla riflessione ...

avatar
Noels Schulzen

Per lui le idee « sono gli archetipi delle cose stesse, e non semplici chiavi per le esperienze possibili, come le categorie ». 78 « Esse emanarono dalla ragione suprema, da cui vennero partecipate alla ragione umana, la quale, per altro, non si trova più nel suo stato originario » ma deve a fatica richiamarle per mezzo dell’ anàmnesis.

avatar
Jason Leghmann

Le idee delle cose naturali sono finite e non perfette e quindi è possibile che l’uomo ne sia la causa (e, dunque non si esce dal cerchio della soggettività); l’idea di Dio, invece, poiché implica perfezione ed infinità, non può essere causata dalla mente dell’uomo che è finita ed imperfetta ma deve avere come propria origine una sostanza infinita (Dio) che è quindi

avatar
Jessica Kolhmann

About us Descartes ‹dekàrt› (latinizz. Cartesius; it. Cartèsio), René. - Matematico e filosofo (La Haye-en-Touraine 31 marzo 1596 - Stoccolma 11 febbraio 1650). Nel collegio dei gesuiti di La Flèche, seguì per nove anni (1605-1614) il consueto curriculum delle classi di grammatica, umanità, retorica, filosofia; conseguì quindi a Poitiers il diploma di baccelliere e la licenza in diritto (1616).